Come Trattare la Sindrome delle Gambe senza Riposo

sindrome gambe senza riposo Non tutti conoscono la sindrome della gambe senza riposo, quest'ultima è una problematica che accomuna moltissime persone e non va assolutamente sottovalutata, può sembrare una cosa sciocca ma non lo è affatto, per questo motivo si sconsigliano rimedi casalinghi e al contrario si consiglia di farsi visitare dal proprio medico di famiglia o da un neurologo. Vediamo insieme come trattare la sindrome delle gambe senza riposo.

I sintomi principali provocati dalla sindrome delle gambe senza riposo sono diversi, ad esempio si avverte un bisogno incontenibile di muovere le gambe, si sente l'impellente necessità di camminare, muovere le gambe, stirare le gambe, fletterle, strofinare la parte in cui si avverte il fastidio o il dolore, delle volte la sindrome delle gambe senza riposo può provocare anche prurito, formicolio, dolore o scosse. I sintomi che derivano dalla sindrome delle gambe senza riposo si verificano o si aggravano solitamente di notte, o comunque nei momenti di inattività, tutti questi sintomi trovano sollievo nel momento in cui si muovono le gambe.

È bene sapere che delle volte è possibile essere colpiti dalla sindrome delle gambe senza riposo a causa di alcuni farmaci che si stanno assumendo e, se viene accertato che la causa è questa, basterà sospendere il medicinale e magari sostituirlo con un altro, ovviamente questo sempre e solo dopo aver consultato il proprio medico di base. Una delle cause che portano alla comparsa della sindrome delle gambe senza riposo è senza dubbio l'abuso di alcool, per questo motivo è importante smettere di bere alcolici e se non ci riuscite da soli rivolgetevi ad uno specialista, il quale saprà aiutarvi a sconfiggere questo problema. La sindrome delle gambe senza riposo è dovuta molto spesso anche dallo stress, magari compare proprio quando stiamo vivendo un momento particolarmente brutto della nostra vita, la continua e prolungata tensione può provocare anche questi sintomi che difficilmente tendo a scomparire facendo divenire la sindrome delle gambe senza riposo un vero e proprio problema con ripercussioni anche sulla qualità della vita quotidiana. 

Quando soffriamo della sindrome delle gambe senza riposo spesso facciamo anche fatica ad addormentarci e pensiamo continuamente a questo problema, questa ovviamente non è una cosa positiva perché fa crescere maggiormente ansia e tensione, due fattori che vanno in contrasto per la risoluzione di questo problema; evitate di bere bevande che contengono caffeina e sostanze eccitanti, praticate regolarmente attività fisica e non fate una vita troppo sedentaria. entazione gioca un ruolo importante se si parla della sindrome delle gambe senza riposo, mangiate in modo equilibrato e sano, evitate di assumere cibi fritti e ricchi di zucchero, prediligete invece il pesce, la carne bianca, la frutta e la verdura di stagione.

Come imparare a Leggere la Mano

come leggere la mano In questa breve guida vi mostriamo come leggere la mano, la chiromanzia è un arte che determina il carattere ed il futuro di una persona, solamente studiando ed analizzando il palmo della mano, la lettura della mano affascina moltissime persone, anche solo per pura curiosità. Vediamo ora nel dettaglio come leggere la mano, vi sveleremo tutti i segreti utili, in questo modo anche voi sarete in grado di leggere la mano e vi potrete divertire con i vostri amici.
La prima informazione utile da sapere  è che per le donne, la mano destra indica il bagaglio culturale con la quale è nata mentre quella sinistra indica la formazione che ha ricevuto e tutte le esperienze che ha vissuto nel corso della sua vita, per l'uomo invece è esattamente l'opposto; una volta scelta la mano da leggere occorre poi riconoscere e comprendere le differenti linee che si trovano sul palmo della mano.

Ci sono 4 tipi di linee diverse:

- La linea del cuore che sta a significare la stabilità emotiva, la salute fisica del cuore e l'amore
- La linea della mente, la quale indica l'intelletto e la voglia di sapere dell'individuo
-La linea della vita che indica la salute fisica e le esperienze importanti che hanno lasciato il segno nell'individuo
- La linea del fato che indica il condizionamento da parte di avvenimenti esterni sull'andamento della vita

Analizziamo ora le differenti linee per leggere la mano. La linea del cuore può essere letta in entrambi i sensi, dall'indice al mignolo o viceversa, se quest'ultima appare ben delineata e regolare, significa che la persona a cui state leggendo la mano è molto affidabile, sincera e fedele. Se la linea del cuore è molto vicina alla linea della mente vuol dire che la razionalità prevale sul sentimento, al contrario se la linea della mente è lontana da quella del cuore vuol dire che la persona si fa trasportare molto dal sentimento e la razionalità prevale sul cervello.
Se la linea del cuore si biforca ad una delle due estremità, sta ad indicare dissidio tra ragione e sentimento, la presenza di ramificazioni lungo la linea del cuore sta ad indicare la possibilità di una lunga storia d'amore ma al contempo anche molte debolezze. Quando la linea del cuore appare spezzata sta a significare che la persona non è capace di vivere un rapporto stabile.

La linea della mente, ovvero la seconda linea della mano partendo dall'alto, rappresenta la ragione, quest'ultima ha inizio tra il pollice e l'indice e prosegue lungo il palmo della mano,  termina alla metà di quest'ultimo. Se questa linea è ricurva sta ad indicare la creatività e la spontaneità della persona, una linea dritta invece indica una persona pratica ed ordinata, nel caso in cui invece la linea si presenta come spezzata indica nel soggetto una volubilità di stato d'animo al contrario quando è lunga e continua significa che la fantasia predomina sulla razionalità.

La linea della vita inizia sopra il pollice e si estende fino al polso, la sua lunghezza non determina assolutamente la lunghezza della vita, se quest'ultima appare molto curvata, lunga e profonda vuol dire che la persona a cui stiamo leggendo la mano è molto vitale e piena di energia ; se la linea della vita è corta ed è in prossimità del polso vuol dire che spesso questa persona è stanca, non ha molte energie, le linee multiple lungo il suo decorso, parallele tra loro, stanno ad indicare una persona super vitale, le possibili interruzioni invece stanno ad indicare i cambiamenti improvvisi dello stile di vita che si era normalmente abituati a fare.

La linea del fato o del destino, quando è molto pronunciata e profonda, sta a significare un enorme controllo del fato sulla propria vita, quando quest'ultima inizia insieme alla linea della vita sta a significare che la persona ha grandi aspirazioni personali e si è fatta da se, se al contrario la linea del destino si incontra con la linea della vita significa che gli interessi personali a volte vengono messi da parte per lasciare spazio a quelli di un'altra persona. Quando la linea del destino appare spezzata sta ad indicare le influenze esterne che hanno condizionato il destino di questa persona.

Come avrete potuto notare leggere la mano non è difficile, ovviamente per saper leggere la mano alla perfezione occorre approfondire di più l'argomento con uno studio specifico, in questo modo, però, potrete divertirvi a leggere la mano dei vostri amici e conoscenti.

Come Usare il Diserbante per Eliminare le Erbacce

eliminare piante infestanti
Il diserbante viene utilizzato per tenere a bada ed eliminare le erbacce e le piante infestanti che tendono ad insidiarsi e a prender piede nel nostro giardino o nel nostro orto, rovinandolo anche dal punto di vista estetico, questo è un problema assai comune e per eliminare le erbacce ci vuole tanta ma tanta pazienza, un metodo rapido, semplice ed efficace esiste, è quello di utilizzare il diserbante, in questo modo risolverete tutti i vostri problemi.

Il diserbante come tutti sanno è una sostanza altamente tossica e proprio per questo motivo va trattato con cura, per prima cosa bisogna fare attenzione a non respirarlo e a non portare quest'ultimo in contatto diretto con la pelle, inoltre bisogna prestare particolare attenzione anche a non contaminare le piante ed il terreno circostante. Il primo passo da fare è capire innanzitutto il tipo di erba infestante che si intende eliminare, ce ne sono due tipi, l'erba che ha una radice fascicolata o quella con la radice a fittone, per capire di cosa si tratta vi basterà strapparne una e vedrete che tipo di radice presenta; se nel vostro terreno sono presenti erbacce di vario tipo è consigliabile utilizzare un diserbante totale anziché quello specifico, il diserbante totale è molto buono è può essere utilizzato su tutti i tipi di piante, costa leggermente di più rispetto agli altri. 

Il diserbante è facilmente reperibile, lo si può acquistare in un qualsiasi negozio agrario, se non ne siete in possesso dovrete necessariamente acquistare anche la pompa d'irrorazione a pressione, quella che noi consigliamo è quella dai 6 litri in poi. La quantità del diserbante da usare per eliminare le erbacce dipende soprattutto dalla superficie del giardino o dell'orto che si intende irrorare, è consigliabile utilizzare un irroratore a rotelle e non quello  a spalle in quanto sarà più facile da utilizzare e da spostare.
Munitevi anche di guanti in lattice, di pantaloni idonei e di mascherina per il volto, potrete acquistare il tutto in una ferramenta oppure in negozi specifici per il giardinaggio. È importante sapere che il diserbante va miscelato con dell'acqua, per sapere la giusta quantità non dovrete fare altro che leggere le istruzioni riportate sulla confezione, ovviamente meno acqua inserirete e più il diserbante sarà potente.

Una volta che avrete miscelato il tutto dovrete poi versare il composto nella pompa, se necessario aiutatevi anche con un imbuto, ricordate comunque che l'imbuto non potrà poi essere utilizzato per altri scopi, dopodiché dovrete indossare tutti gli indumenti e i dispositivi di protezione e iniziare a distribuire il diserbante per eliminare le erbacce, un consiglio valido è quello di dirigere il getto dell'irroratore sulla base delle foglie, questa operazione andrebbe effettuata quando le piante sono nella loro fase più vigorosa, le ore migliori per distribuire il diserbante sono quelle della mattina e della sera.

Se per caso avete deciso di distribuire il diserbante per eliminare le erbacce e vi accorgete che è una giornata piuttosto ventosa evitate di fare questa operazione e rimandate ad un altro giorno, questo per evitare di far disperdere tossine dannose per l'ambiente.

Come Eliminare un Nido di Vespe

eliminare vespe Delle volte può capitare, specie se si vive in campagna, di notare che delle vespe nidifichino all'esterno della nostra abitazione, alcune volte anche all'interno, procurando cosi non pochi problemi. Le vespe sono degli insetti che procurano agitazione nella maggioranza delle persone, infatti quando ci sentiamo minacciati, l'istinto ci dice di scappare e urlare, quindi sapere di avere un nido di vespe proprio vicino a noi non ci fa stare tranquilli e per questo si deve pensare alla soluzione migliore per ovviare a questo problema. In questa breve guida vi mostriamo come eliminare un nido di vespe senza correre nessun pericolo.

Se ci accorgiamo in tempo di avere un nido di vespe vicino casa, eliminarlo non sarà poi cosi difficile, non perdiamo tempo perché il nido con il passare dei giorni potrebbe crescere notevolmente rendendo la situazione più complicata. Come detto, eliminare un nido di vespe, non è difficile e per farlo potrete utilizzare ad esempio un classico insetticida, ovviamente questo metodo vale per i piccoli nidi di vespe, altrimenti un altro metodo efficace per eliminare un nido di vespe consiste nel prendere un contenitore meglio se di vetro o di metallo, metterlo in corrispondenza del nido di vespe e riempirlo di carta, paglia o comunque di materiale secco, facilmente infiammabile, una volta fatto ciò dovrete dare fuoco a questo materiale presente nel contenitore e metterci il coperchio, non appena il contenitore si sarà riempito di fumo togliete il coperchio e lasciate che il fumo vada in corrispondenza del nido, in questo modo le vespe si sentiranno stordite e per il loro istinto di sopravvivenza si allontaneranno dal loro nido.
Una volta che tutte le vespe saranno uscite potrete finalmente eliminare il nido di vespe, per farlo vi basterà prendere un bastone e colpirlo in modo tale da staccarlo dalla parete, una volta che il nido di vespe sarà caduto in terra dovrete prenderlo e metterlo in un sacchetto, a questo punto potrete decidere se bruciarlo o gettarlo via, se scegliete la seconda opzione è importante gettare il nido di vespe lontano del luogo in cui si trovava inizialmente.

Le vespe sono degli insetti abitudinari, per questo motivo vi è la possibilità che tornino a nidificare li dove noi abbiamo appena eliminato il nido di vespe, per questo motivo è importante rendere inospitale quel luogo, si eviterà dunque di ripetere la stessa operazione. Per essere sicuri che le vespe non formino più il loro nido sempre nello stesso punto  è opportuno adottare delle misure preventive, potrete in questo caso scegliere di spruzzare lungo la parete l'insetticida, lo zolfo oppure la naftalina.

Rimedi Contro l'Allergia al Nichel

allergia nichel Sono sempre di più le persone che, negli ultimi anni, stanno combattendo contro l'allergia al nichel, delle volte questa allergia è da contatto ma anche il cibo in questo caso gioca un ruolo fondamentale.
Il nichel, infatti, è presente in moltissimi alimenti che tutti noi quotidianamente ingeriamo, per questo motivo tutti coloro che soffrono di allergia al nichel devono fare attenzione; il nichel è presente in maniera notevole nelle nocciole, nella liquirizia, nel cacao nei fagioli e nelle lenticchie, poi ci sono anche verdure e frutti che contengono il nichel, questi sono ad esempio il pomodoro, le cipolle, la lattuga, le carote, i funghi, gli spinaci, gli asparagi, le prugne, le pere, l'uva passa, gli arachidi, le mandorle, i kiwi, il tè, la farina di mais e quella integrale.
Gli alimenti che possono essere consumati liberamente sono ad esempio le patate, il latte e i derivati la carne ed il pesce.
Come detto, questo metallo è presente un po’ ovunque e chi soffre di allergia al nichel è costretto a prestare molta attenzione sia su quello che mangia ma anche su quello che indossa.
È importante sapere che chi è allergico al nichel non può assolutamente bere ad esempio l'acqua del rubinetto e non può mangiare molti degli alimenti industriali come merendine, cibi in scatola e pane di vario genere.
In questa breve guida vediamo come contrastare l'allergia al nichel e scopriamo insieme alcuni rimedi naturali per combatterla.
Alcuni dei principali sintomi che si presentano se si è allergici al nichel sono:

-          Dermatiti e prurito sul viso, sulle mani e sulle gambe
-          Infiammazioni gengivali o boccali
-          Nausea
-          Mal di testa
-          Stanchezza, pesantezza
-          Gonfiori addominali
-          Difficoltà nel respiro, asma
Chi soffre di dermatiti da contatto deve evitare assolutamente di indossare indumenti o gioielli che contengono nichel, evitare anche di entrare in contatto diretto con le cerniere e bottoni.

Esistono alcuni rimedi naturali contro l'intolleranza o l'allergia al nichel, in grado di placare i fastidiosi sintomi provocati da questa allergia.
Ad esempio, le tisane,  sono un vero toccasana per contrastare l'allergia al nichel, possono aiutarvi  a lenire i gonfiori, bruciori addominali e disturbi intestinali; la tisana a base di finocchio, quella ai semi di anice verde  e coriandolo vi può aiutare a ripristinare lo stato di benessere  generale dell'organismo.

Esistono anche alcuni farmaci o antistaminici che possono essere assunti contro l'allergia al nichel, però in qualsiasi caso, prima di prendere provvedimenti, è necessario recarsi presso il proprio medico di fiducia che saprà indicarvi la strada giusta da seguire; consigliamo in tutti i casi di recarvi da un bravo allergologo e farvi consigliare da lui stesso come comportarvi e come rimediare a questa fastidiosa allergia.

Come Risparmiare sulle Bollette di Casa

risparmiare sulle bollette di casa In un periodo di forte crisi economica come quella che sta vivendo il nostro Paese ognuno di noi cerca di risparmiare come può, ci sono tasse e spese che siamo obbligati a pagare, mentre però possiamo adottare qualche piccolo accorgimento per far in modo di spendere di meno e risparmiare ad esempio sulle bollette di casa. In questa breve guida vi mostriamo come risparmiare sulle bollette di casa in modo semplice e veloce.

Ogni mese puntualmente siamo alle prese con i soliti conti, che, come sempre non quadrano mai, tutti ormai siamo alla ricerca del risparmio e un buon inizio è quello di partire risparmiando sulle bollette di casa. Vediamo nel dettaglio come fare.

Sin da bambini i nostri genitori ci dicevano continuamente di spegnere le luci quando non necessario e via dicendo, noi all'epoca non capivamo e non ci rendevamo conto di cosa loro volessero veramente significare, solamente ora che siamo diventati grandi ci rendiamo conto che adottare qualche piccolo accorgimento per risparmiare può tornare davvero molto utile. Il riscaldamento autonomo per esempio, nei mesi invernali è una delle spese che pesano maggiormente sulle spalle di una famiglia, delle volte però presi dalle abitudini e dalla comodità per trovare il massimo benessere, tutti noi accendiamo i riscaldamenti molte più ore del necessario e soprattutto ad una temperatura ben più elevata di quella consigliata; in una casa la temperatura interna non dovrebbe mai superare i 20°, questo non solo per una questione economica ma anche di salute, detto questo il primo consiglio utile per risparmiare sulle bollette del Gas è moderare la temperatura e programmare l'accensione nelle ore più fredde della giornata.

Per quel che riguarda invece l'energia elettrica, ci sono dei piccoli accorgimenti che possono farci risparmiare dei soldi sulla bolletta, quindi se volete risparmiare sulla bollette dell'energia elettrica dovrete necessariamente staccare le spine, facendo attenzione a non lasciare mai caricatori, stereo o altri piccoli elettrodomestici sempre collegati alla corrente, così facendo avrete la possibilità di risparmiare circa il 5% annuo sulla bolletta dell'energia elettrica.
Una corretta gestione della lavatrice può aiutarci a risparmiare sulla bolletta elettrica in maniera cospicua, utilizzare quest'elettrodomestico nelle fasce orarie sbagliate vuol dire consumare molta più corrente, il consiglio è quello di effettuare dei lavaggi a basse temperature e preferibilmente nelle ore serali oppure la mattina presto. Come tutti sanno sono proprio gli elettrodomestici a consumare molta corrente, per questo motivo è importante acquistare tutti apparecchi appartenenti alla classe energetica A, ovviamente costano di più rispetto agli altri ma nel tempo vedrete i risultati sulla bolletta di casa.

Anche per quanto riguarda le lampadine andrebbero tutte sostituite con quelle a basso consumo, vi permettono di risparmiare di più sulla bolletta elettrica e inoltre sono anche molto meno inquinanti. Questi piccoli consigli vi aiuteranno di sicuro a risparmiare sulle bollette di casa permettendovi cosi diminuire inutili sprechi.

Come Superare la Paura di prendere l'Aereo

superare paura di volare Con l'arrivo dell'estate tutti siamo alle prese con l'organizzazione della tanto attese vacanze estive, proprio in questo periodo ognuno di noi sta programmando il proprio viaggio, molte sono le mete da scegliere però talvolta la paura di prendere l'aereo condiziona appunto questa scelta, in questa breve guida vi mostriamo alcuni consigli utili su come superarla paura di prendere l'aereo. Sono tantissime le persone che hanno paura di prendere l'aereo, è una vera e propria fobia quella di volare, forse perché comunque si ha la sensazione di non avere la situazione sotto controllo in caso di eventuali problemi e anche per molti il problema è non poter scendere quando si vuole o anche il non poter aprire i finestrini se si vuole prendere una boccata di aria; superare la paura di prendere l'aereo è possibile, vediamo insieme come fare.

Per prima cosa è importante raccogliere tutte le informazioni utili, necessarie a capire nel dettaglio come si svolge il volo, infatti errate interpretazioni possono causare veri e propri attacchi di panico, per esempio è bene sapere che in fase di decollo la salita è legata ad una forte accelerazione del mezzo, il passeggero infatti la percepisce e come, mentre invece inizia la salita si avverte la sensazione di una non accelerazione facendo pensare a molti che il mezzo presenta un problema, non è assolutamente così, è del tutto normale questa fase. Un altro esempio, molto più eclatante, sono i famosi vuoti d'aria che provocano davvero momenti di ansia e tensione, durante il volo a causa di temporanee turbolenze il passeggero avverte degli scossoni che sono assolutamente normali, l'aereo è progettato per subire turbolenze molto più gravi, quindi se durante il volo sentite che l'aereo in alcuni momenti oscilla state tranquilli perché è del tutto normale ed essere informati su questo aiuta delle volte a superare la paura di prendere l'aereo.

Se nonostante la paura decidete di prendere l'aereo potete provare alcune strategie che vi aiuteranno ad affrontare il viaggio in maniera tranquilla. Ad esempio potrete provare a seguire direttamente i corsi che offrono diverse compagnie aeree con l'intento di trasmettere al futuro passeggero maggiore tranquillità e sicurezza, nel corso vengono spiegate anche tutte le varie fasi del volo. In alternativa potrete anche decidere di farvi prescrivere dei medicinali dal vostro medico di fiducia, solitamente vengono prescritti dei calmanti in base ovviamente allo stato di salute del paziente.

Durante il volo cercate di distrarvi, ad esempio ascoltate musica, leggete un libro oppure guardate un bel film divertente, se siete in compagnia cercate di distrarvi parlando col vostro compagno di viaggio. Non esitate a chiedere informazioni sul volo o ad esporre al personale di bordo le vostre paure, in questo caso sarà loro premura rassicurarvi, dandovi tutte le dovute attenzioni.
Tutti i consigli che vi abbiamo appena proposto possono essere veramente di aiuto a chi per un motivo o per l'altro ha paura di prendere l'aereo, delle volte però la situazione è più complessa del previsto e proprio per questo motivo si ha la necessità di ricevere un supporto psicologico, affrontando un percorso di psicoterapia, mirato a superare anche in modo definitivo la paura di prendere l'aereo.

Rimedi Naturali per Combattere l'Artrite

artrite rimedi naturali Come molti sanno l'artrite è una malattia infiammatoria che coinvolge le articolazioni, questa patologia spesso interessa in misura superiore le donne senza limitazioni o distinzioni di età.
I dolori provocati dall'artrite sono molto forti e fastidiosi, si ha dunque una limitazione del  movimento, ma non solo perche l'artrite provoca anche arrossamento, calore, tumefazione e deformazione della parte interessata.

Ovviamente non tutti i casi sono uguali, ci sono diverse forme e tipologie di artrite, le più note sono l'artrite reumatoide, l'artrite reattiva, l'artrite psoriasica e l'artrite gottosa, la cosa in comune è che tutte tendono a peggiorare con il passare del tempo e nei casi molto gravi è necessario anche ricorrere ad un intervento chirurgico.

In questa breve guida vi mostriamo come combattere l'artrite con rimedi naturali e nello specifico vediamo come contrastare ed alleviare i dolori da essa provocati.
Come prima cosa bisogna dire che l'alimentazione gioca, anche in questo caso, un ruolo molto importante, infatti una dieta equilibrata e una buona attività fisica possono aiutare a prevenire questa patologia; se siete in sovrappeso dovrete cercare di dimagrire, limitate l'uso di zuccheri, miele, carboidrati, alimenti piccanti e privilegiate invece gli ortaggi come ad esempio il cavolfiore, la verza, il broccolo e i crauti, questi alimenti se consumati crudi diminuiranno la distruzione della cartilagine nelle articolazioni; il pesce è un alimento molto importante e salutare come anche la mela, le carote e il sedano.
Per combattere l'artrite bevete molti liquidi, ovviamente non gli alcolici e quelli gassati, provate invece con il succo della patata cruda, un vero toccasana per combattere l'artrite, tutto quello che dovrete fare è mettere la patata in ammollo tutta la notte e la mattina seguente bevete l'essenza della stessa a stomaco vuoto.
Se volete alleviare il fastidioso dolore provocato dall'artrite potete provare con una tisana a base di zenzero e curcuma, se bevuta bollente riesce a lenire il dolore e contrasta l'infiammazione provocata dall'artrite.
Per contrastare l'artrite è molto importante anche assumere il magnesio, sostanza peraltro contenuta in molti cibi come la banana, gli spinaci, i legumi, le mandorle e i fichi secchi, il magnesio oltre che ad essere contenuto in diversi alimenti lo si può trovare anche sottoforma di integratore.
Molto utile per combattere l'artrite è anche l'acido ialuronico che aiuta a rendere più forte la cartilagine, anche questo si può trovare in capsule o può essere integrato nell'alimentazione attraverso l'assunzione della frutta, verdura ecc..
Un vero rimedio contro i dolori articolari provocati dall'artrite è l'olio di oliva, quest'ultimo aiuta a frenare gli enzimi che provocano l'infiammazione, provate ad applicarlo un paio di cucchiai sulla parte dolorante e massaggiate delicatamente facendo dei movimenti circolari.
In alternativa all'olio di oliva potrete utilizzare anche l'essenza di menta ed eucalipto, anche quest'ultimi sono in grado di lenire i dolori provocati dalla fastidiosissima artrite.

Ovviamente consigliamo assolutamente di recarvi dal vostro medico di fiducia il quale saprà darvi tutte le informazioni e saprà indicarvi la cura che fa al caso vostro. 

Come Diventare Arbitro di Calcio

come fare arbitro calcio Come tutti sanno l'arbitro di calcio è una figura professionale che garantisce la massima trasparenza durante una partita di calcio, inoltre fa in modo che vengano rispettate tutte le regole fondamentali dettate dall'IFAB, dalla FIGC e dalla FIFA. 
È bene sapere che l'arbitro di calcio è colui che durante una partita deve prendere delle decisioni importanti che possono anche influire sull'esito della partita stessa, tutte le decisioni che l'arbitro è chiamato a prendere sono inappellabili, nel caso in cui si dovesse rendere conto che la scelta effettuata non sia corretta solo lui la può modificare e comunque sempre entro il termine della partita.
Se siete appassionati di calcio e volete diventare un arbitro di calcio questa è la guida adatta a voi, vediamo in questa breve guida come diventare arbitro di calcio.

Tutti possono diventare arbitro di calcio, non servono studi particolari, quello che è fondamentale invece è avere molta forza di volontà e anche un bel po’ di tempo libero per potersi allenare.
Se volete coronare il vostro sogno e diventare arbitro di calcio non dovrete fare altro che informarvi e trovare la sezione AIA a voi più vicina, dopodiché dovrete affrontare un corso di formazione, solitamente i corsi vengono organizzati tra il mese di Ottobre e quello di Dicembre; il corso per diventare arbitro di calcio è basato su una preparazione teorica, tutto quello che dovrete fare è effettuare l'iscrizione.
Il corso per diventare arbitro di calcio, come detto, è basato sulla teoria, durante il corso vengono spiegate in maniera dettagliata tutte le regole fondamentali per poter fare l'arbitro di calcio, il corso di formazione ha la durata di un mese e mezzo circa dopodiché sarete chiamati a effettuare l'esame finale per diventare finalmente arbitro di calcio.

Nel dettaglio l'esame è strutturato su 12 domande a risposta multipla e per superarlo non bisogna fare più di 4 errori, una volta superato l'esame sarete chiamati per un colloquio dove vi verranno fatte delle domande, sempre attinenti al corso che avete appena seguito, questo per capire se avete appreso al meglio tutte le regole fondamentali del calcio.
Se tutto è andato per il meglio dopo qualche giorno riceverete una comunicazione che vi informerà di esser diventato arbitro di calcio.
È importante sapere che un buon arbitro di calcio deve essere in forma fisicamente, per questo deve mantenere una preparazione fisica adeguata durate tutte le partite di calcio, a volte è chiamato anche a svolgere delle prove fisiche di resistenza che dimostrino il suo stato fisico e atletico.

Per fare l'arbitro di calcio bisogna sapere che è vietato, durante una partita, indossare piercing, anelli o bracciali, inoltre un buon arbitro deve presentarsi in ordine sul campo di calcio, vale a dire con la barba rasata e i capelli composti.

Come Innestare le Rose

innestare piante rose In questa breve guida vi mostreremo come innestare le rose, pianta molto amata ed apprezzata da tutti.
La pratica dell'innesto consiste nel saldare ad una pianta, chiamata portainnesto, parte di un'altra in modo tale da formarne una sola.
Innestare le rose non è difficile, basta solamente avere un po’ di pazienza e seguire con attenzione questa guida, vediamo quindi insieme come innestare le rose.

Iniziamo col dire che la varietà di rose più utilizzata come portainnesto è la rosa canina, infatti quest'ultima è molto adatta per le rose da giardino ed è peraltro anche molto resistente al freddo, anche la rosa multiflora, avendo radici superficiali, si adatta benissimo come portainnesto per rose nane o quelle in vaso.
È importante sapere che il periodo ideale per innestare le rose è quello compreso tra Agosto e Settembre, questo perché la corteccia in questo periodo specifico tende a staccarsi dal legno sottostante.

Innanzitutto per ottenere un portainnesto da talea è fondamentale prendere dei rami lunghi circa 20 cm durante il periodo invernale e procedere poi con l'innesto nel successivo periodo estivo; prima di innestare le rose ci sono alcuni piccoli accorgimenti che è necessario prendere, per prima cosa bisogna assicurarsi che la temperatura dell'ambiente presso cui intendiamo procedere con l'innesto non sia inferiore ai 25 C°, dopodiché dovrete scegliere come gemma un ramo sano.
Successivamente dovrete scegliere la marza, ovvero il germoglio della varietà da cui preleverete le gemme, eliminate poi le foglie al picciolo e tutte le spine; a questo punto prelevate la gemma praticando un taglio, per farlo partite da un centimetro sopra  fino a 1,5 cm sotto.
Assicuratevi che il coltello sia ben affilato, il taglio, ricordate, che non deve essere molto profondo perché in questo modo potrete anche prelevare insieme alla corteccia una piccola parte di legno che si unirà poi alla gemma.
Il punto su cui praticare l'innesto è il colletto della pianta, sul portainnesto praticate un taglio a T nella corteccia , il taglio deve essere di circa 2,5 cm e largo almeno 1/3 rispetto a tutta la circonferenza, a questo punto sollevate con estrema delicatezza i lembi ed inserite la gemma nel taglio ricordando di mettere l'apice verso l'alto, sistemate ora i lembi della corteccia.

Inoltre è importante anche togliere la punta superiore dello scudetto, dopodiché procedete richiudendo i lembi e legate il tutto con del nastro gommato.
Prima di togliere il nastro gommato bisognerà attendere circa un mese, dopodiché bisognerà controllare che l'innesto sia andato a buon fine e quindi bisognerà verificare l'avvenuto attecchimento.

Successivamente ci sono alcuni piccoli accorgimenti che dovrete adottare per fare in modo che il tutto vada a buon fine, nel mese di Febbraio tagliate la vegetazione che si forma al di sopra dell'innesto e durante il periodo primaverile invece, quando il primo germoglio raggiungerà circa i 10 / 15 cm andrà cimato, eliminate i germogli selvatici che si formeranno inevitabilmente e nel periodo estivo avrete finalmente la vostra nuova rosa.

Come Fare la Spesa Risparmiando

fare spesa come risparmiare Con la vita frenetica di tutti i giorni anche fare la spesa spesso rappresenta un momento di stress, proprio per questo motivo si rischia di spendere più denaro del dovuto questo perché magari si è abituati a fare la spesa in fretta, senza soffermarsi troppo e perdere tempo prezioso. Molto spesso fare la spesa di fretta non ci consente di risparmiare anzi, veniamo colpiti magari dalla fame, dall'abitudine, dalla comodità di preparazione del cibo e non per ultimo dalla pubblicità e le conseguenti offerte speciali.

Fare la spesa vuol dire dedicare un po’ del vostro tempo e contemporaneamente occuparsi della salute e del benessere del vostro corpo. In questa breve guida vi mostriamo alcuni pratici consigli su come fare la spesa risparmiando tempo e soprattutto denaro.

Per riuscire a fare la spesa in modo corretto e risparmiare soldi, per prima cosa è necessario preparare una lista della spesa, dove dovrete indicare tutti gli alimenti necessari in base al vero bisogno, in questo modo eviterete di comprare più cibo del dovuto. Inoltre è molto importante la scelta del supermercato presso cui intendiamo fare la spesa, privilegiate i supermercati che sono provvisti di cibi freschi, di stagione e soprattutto del nostro territorio; leggete sempre le etichette riportate sui prodotti questo per fare in modo che i cibi acquistati siano sempre di qualità, non cedete alle pubblicità. Si sa, fare la spesa a stomaco vuoto non è una buona idea, cosi facendo cederete alle tentazioni e questo di certo non vi consente di risparmiare.
Altro consiglio molto utile, che vi consente di fare la spesa risparmiando denaro, è senza dubbio la questione delle buste della spesa, cercate sempre di portarle da casa, specie quelle di tela che sono molto resistenti oppure semplicemente potrete riutilizzare quelle della spesa precedente, questa cosa per molti può sembrare una stupidaggine, ma non lo è affatto, in questo modo risparmierete del denaro e al contempo contribuirete, anche se in piccolo, a ridurre l'inquinamento ambientale.
Leggete sempre i volantini con gli sconti, se lo riterrete opportuno approfittate per comprare quei prodotti senza correre il rischio poi di comprarli al prezzo più alto. Rimanendo sempre in tema di volantini e pubblicità, oggi ad aiutarci abbiamo la tecnologia, esistono infatti delle applicazioni in grado di fornirci, in tempo reale, tutte le offerte valide dei vari supermercati presenti sul nostro territorio.

Concludendo a nostro avviso fare la spesa risparmiando significa comprare solamente l'occorrente, cibi freschi ma allo stesso tempo guardare i prezzi; guardate i volantini e se trovate alimenti a lunga scadenza in offerta acquistateli in gran quantità come ad esempio olio d'oliva, prodotti in scatola, per il resto fate attenzione a non acquistare prodotti inutili, che non consumate, portate con voi sempre la lista della spesa ed imparate ad acquistare solo il necessario!