Come Bloccare l'accesso all'iPhone

lasciare iphone incustodito Bloccare l'accesso al vostro iPhone è possibile, se vi capita di lasciare il vostro cellulare incustodito e avete paura che qualcuno possa leggerne il suo contenuto allora è il caso di effettuare questa semplice operazione. Bloccare l'accesso all'iPhone è semplicissimo, questa è un'operazione che richiederà solamente pochi minuti del vostro tempo, scopriamo insieme come fare per bloccare l'acceso all'iPhone

Per evitare che qualcuno possa intrufolarsi nella vostra vita privata e leggere il contenuto del vostro telefono, come ad esempio chiamate, messaggi, foto e quant'altro è consigliabile inserire un codice di blocco del telefono, quest'ultimo impedirà a qualsiasi altra persone di accedere a tutte le applicazioni del telefono, ovviamente questo è importante anche in caso di smarrimento o furto del telefono. Vediamo insieme nel dettaglio come inserire il codice di blocco all'IPhone.
Per prima cosa dovete posizionarvi su 'impostazioni' e cliccare successivamente su 'generali', a questo punto pigiate su 'blocco con codice' e andate sulla voce 'abilita codice', inserite poi il codice di blocco composto da 4 cifre che preferite e fate attenzione poi a non dimenticarlo per nessun motivo. Successivamente dovrete impostare l'intervallo di tempo necessario affinché il codice di blocco si attivi, potrete decidere se farlo attivare subito o dopo 1, 5, 15 minuti o ancora dopo 1 o 4 ore.

Come Curare e Potare il Gelsomino

curare gelsomino Il gelsomino, conosciuto da tutti, è una pianta meravigliosa, dai profumi e colori inebrianti, appartiene alla famiglia delle Oleaceae, è bene sapere che esistono oltre 200 specie di gelsomino, tutte differenti tra loro, in quanto presentano tempi di maturazione, di crescita e di fioritura diversi.

I fiori di gelsomino sono piccoli e molto profumati, solitamente sono di colore bianco, la pianta di gelsomino è spesso utilizzata come siepe e la si fa crescere a cespuglio, ma come prendersene cura?

In questo articolo vediamo come curare e potare il gelsomino.
Il gelsomino è una pianta rampicante che soffre le temperature basse e per questo motivo bisogna adottare alcuni piccoli accorgimenti per far si che la pianta duri nel tempo. Come detto il gelsomino è una pianta rampicante che cresce a cespuglio e proprio per questo motivo necessita di cure costanti, si dovrà dunque provvedere alla sua potatura, solitamente il gelsomino viene potato prima della primavera, prima di iniziare a potare la pianta è bene prestare attenzione soprattutto se ci sono delle parti secche o malate è importante eliminarle prima.
Di solito nei primi due anni di vita della pianta si potano i rami alla base per una parte pari ai 2/3 della lunghezza totale della pianta stessa, trascorso quindi questo periodo si può procedere tagliando i rami per intero, questo per migliorare la vita della pianta e anche la sua qualità.
I fiori del gelsomino sbocciano solitamente tra Giugno e Luglio, quando i fiori sono secchi è sempre bene rimuoverli, ricordate infine di concimare sempre la pianta, meglio se con del concime liquido, se necessario anche 2 o 3 volte l'anno.

Come Curare la Gastrite con Rimedi Naturali

gastrite rimedi naturali La gastrite è una problematica molto frequente, può colpire davvero tutti, quest'ultima non è altro che un'infiammazione della mucosa gastrica e si può presentare come gastrite cronica o acuta, i sintomi principali causati dalla gastrite sono la nausea, la febbre e i forti dolori o bruciori di stomaco. In questa breve guida vediamo nel dettaglio come curare la gastrite con rimedi naturali, vi basterà seguire solo alcuni piccoli consigli.

Curare la gastrite con rimedi naturali è possibile ma per prima cosa sarà necessario individuare la causa di questo malore, bisognerà infatti capire se il bruciore o mal di stomaco è dipeso dallo stress, dall'assunzione di farmaci che risultano essere aggressivi per il nostro organismo oppure semplicemente se tutto questo è associato ad una cattiva alimentazione. La gastrite si può curare con rimedi naturali, tutto questo assumendo 150 gr al giorno di more e di lamponi, questi due alimenti sono davvero eccellenti contro la gastrite in quanto tendono a proteggere lo stomaco e di conseguenza contrastano l'infiammazione. Un metodo altrettanto efficace contro la gastrite è la camomilla, quest'ultima possiede proprietà benefiche ed è in grado di lenire i dolori provocati dalla gastrite, bere l'infuso della camomilla vuol dire proteggere lo stomaco e calmare le infiammazioni da esso derivate.
In alternativa alla camomilla potrete anche bere l'argilla verde ventilata, tutto quello che dovrete fare è versare un cucchiaino di questo composto in un bicchiere di acqua tiepida, mescolare il tutto a lasciar riposare per almeno 5 minuti, è consigliabile bere questo infuso la mattina ma potrete anche farlo durante tutto il resto della giornata. Il limone è in grado di combattere l'acidità gastrica, quindi risulta essere un ottimo rimedio naturale contro la gastrite, risulta essere anche efficace contro la gastrite la cannella, lo zenzero e l'infuso di melissa.
Per qualsiasi tipo di disturbo non esitate a contattare il vostro medico di base, il quale saprà darvi tutte le informazioni necessarie per combattere e contrastare la tanto fastidiosa gastrite, i nostri sono solamente consigli generici, i rimedi citati sono palliativi dunque in tutti i casi si consiglia di parlare con il vostro medico di base il quale saprà certamente aiutarvi a combattere la vostra gastrite nel migliore dei modi.

Come Rinforzare le Unghie con Rimedi Naturali

come rinforzare unghie rimedi Le mani in una persona sono il proprio biglietto da visita, avere delle mani e delle unghie curate e perfette non sempre risulta essere cosa facile, in questo articolo vediamo come rinforzare le unghie con rimedi naturali cosi da renderle resistenti oltre che impeccabili.

Il problema delle unghie fragili risulta essere assai diffuso, carenze alimentari o l'utilizzo giornaliero di prodotti aggressivi contribuiscono notevolmente a danneggiare l'unghia rendendola cosi molto fragile tendente alla rottura. Per mantenere le unghie in ottima salute è necessario seguire una dieta a base di vitamine A1, C, D e B2, inoltre anche ferro, calcio e zinco sono fondamentali, in sostanza per rinforzare le unghie sarà necessario mangiare molta frutta, verdura, legumi e cereali. Vediamo ora nel dettaglio come rinforzare le unghie con rimedi naturali in maniera semplice e veloce.

Un rimedio che risulta essere molto efficace oltre che semplice, consiste nel fare degli impacchi con olio e limone, tutto quello che dovrete fare è versare in una ciotola 4 cucchiaini di olio di oliva, 2 cucchiaini di limone e mescolare amalgamando per bene il composto, dopodiché immergete le dita per circa 10 minuti, questo impacco per essere efficace dovrete continuare a farlo per almeno 15 giorni, in questo modo vedrete subito i primi risultati.
Anche l'aglio e la cipolla risultano essere adatti per questa problematica, infatti quest'ultimi sono ottimi come antibatterici e di conseguenza attaccano ed eliminano i batteri e funghi che attaccano le unghie. Potete utilizzare l'aglio tagliandolo a metà, vi basterà solamente strofinarlo sulla zona interessata, lasciate agire il tutto per almeno 15 minuti e sciacquate abbondantemente con l'acqua , la stessa identica procedura vale per la cipolla.
Un altro impacco che risulta efficace per rinforzare le unghie è quello di yogurt, limone e olio di oliva, preparare quest'impacco è semplicissimo, vi basterà mescolare bene 2 cucchiai di yogurt, 2 cucchiaini di limone e 2 cucchiaini di olio, dopodiché applicatelo sulle unghie e lasciate riposare per almeno 10 minuti, ripetere l'operazione 2 volte a settimana.
Per evitare di danneggiare le unghie ricordate sempre di utilizzare dei guanti di protezione nelle pulizie domestiche ed utilizzate sempre dei solventi senza acetone in quanto tendono ad indebolire le unghie.

Infine evitate di tagliare le unghie con le forbici ma utilizzate sempre la limetta o il tagliaunghie. Come avrete potuto notare rinforzare le unghie in modo naturale è possibile basta solo seguire alcuni piccoli consigli.

Come Impostare la Conferma di Lettura su Gmail

abilitare conferma lettura gmail La conferma di lettura Gmail è una funzione molto comoda che ci permette di sapere se il destinatario della nostra email ha visualizzato e letto il contenuto del messaggio, questa funzione è attivabile anche per Gmail, scopriamo quindi insieme come abilitare la conferma di lettura su Gmail, in pochi semplici passi. 

Come detto abilitare la conferma di lettura Gmail è semplicissimo, questa funzione può essere attivata in molti programmi come per esempio Microsoft Outlook oppure Mozilla, ma al contempo può essere attivata anche da Gmail, attraverso il sito internet interamente dedicato.
Per sapere se le nostre email vengono ricevute e lette dal destinatario bisogna solamente seguire una semplice procedura, per prima cosa bisogna essere in possesso di un account Gmail e di un browser che ci consente di navigare su internet; successivamente dovrete accedere al pannello di controllo dell'amministratore di google Apps e selezionare la voce 'impostazioni', dopodiché cliccate su 'email' e subito dopo su 'impostazioni generali', a questo punto non vi resta che scegliere e selezionare il dominio sul quale si vuole apportare la modifica e andate a posizionarvi sulla sezione preposta della conferma di lettura Gmail, su questa sezione è possibile scegliere, selezionando, i contatti per i quali si vuole attivare la conferma di lettura Gmail.
In sostanza noi dobbiamo scegliere l'opzione che consente l'invio delle conferme di lettura dei messaggi a qualsiasi indirizzo email, potete anche decidere se inviare conferme di lettura in maniera automatica oppure chiedere l'autorizzazione al destinatario.
Come detto in questo modo avrete la possibilità di scegliere se attivare questa funzione per tutti gli indirizzi email oppure limitare la scelta. Avete visto dunque come abilitare la conferma di lettura Gmail, un vero gioco da ragazzi!

Come Eliminare gli Insetti dall'Orto

eliminare insetti Con la bella stagione arrivano anche i tanto temuti insetti, quest'ultimi, ed in particolare alcune specie, oltre a non essere ospiti graditi sono anche pericolosi per il nostro orto, giardino e per le nostre piante in quanto rischiano di danneggiarli in modo irreparabile, ma come porre rimedio a tutto questo?
La risposta a questa domanda è semplicissima, sarà necessario eliminare quanto prima tutti gli insetti dall'orto, cosi da metterlo in sicurezza e soprattutto al riparo da questi fastidiosi animaletti. Vediamo nel dettaglio come eliminare gli insetti dall'orto in maniera semplice e veloce.

Esistono in commercio diversi prodotti che sono in grado di eliminare gli insetti dall'orto, altri rimedi sono naturali, vediamone insieme alcuni. Senza ombra di dubbio il primo metodo, forse quello più efficace, riguarda l'utilizzo della fuliggine, tutto quello che dovrete fare è procurarvi della fuliggine e ricordate che per ogni metro quadrato di terreno vi servirà circa mezzo chilogrammo di fuliggine, dopodiché bisognerà interrarla a circa 5 centimetri di profondità preferibilmente qualche giorno prima della semina oppure dei trapianti; la fuliggine risulta essere una sostanza altamente tossica per gli insetti, in questo modo quest'ultimi non si avvicineranno ed avrete cosi eliminato tutti gli insetti dal vostro orto.

Un altro metodo altrettanto efficace, specialmente per scacciare via le lumache, consiste nell'utilizzo della lisciva, quest'ultimo è un prodotto dal costo molto contenuto ma che può anche essere preparato in casa, la lisciva permette di eliminare le tanto temute lumache, tutto ciò che dovrete fare è cospargere la lisciva su di una striscia di plastica precedentemente fissata a terra, e ogni qualvolta la lumaca tenterà di passare su quel punto avrà di certo serie difficoltà.

Esistono in commercio diversi prodotti specifici in grado di eliminare gli insetti dall'orto, vi basterà chiedere il parere di un esperto e tutto vi sembrerà molto più semplice , in solo poco tempo avrete eliminato tutti gli insetti dal vostro orto che sarà più sano e rigoglioso che mai.

Come Partecipare ad Affari Tuoi

affari tuoi rai1 casting Affari Tuoi è uno dei programmi televisivi Rai più seguiti, questa trasmissione, meglio conosciuta come 'I Pacchi ', va in onda da circa dieci anni su Rai Uno e sono sempre di più le persone che desiderano prendere parte a questo gioco intrigante. Ma come partecipare ad Affari Tuoi? Partecipare alla trasmissione televisiva Affari Tuoi è semplicissimo, di seguito vi spieghiamo cosa fare per partecipare e quali sono i requisiti necessari per poter presentare la richiesta.

Dunque come diventare concorrenti di Affari Tuoi? Per prima cosa ci sono 2 requisiti fondamentali richiesti, il primo è quello di aver compiuto 18 anni e il secondo riguarda il luogo di nascita, per partecipare alla trasmissione Affari Tuoi il concorrente deve essere nato in una delle 20 regioni italiane previste nel gioco.
Non possono partecipare alla trasmissione Affari Tuoi tutti coloro che:
- Sono dipendenti Rai o Endemol
- Sono amici o parenti di dipendenti Rai o Endemol
- Hanno avuto precedenti penali

La richiesta per partecipare al Casting di Affari Tuoi va fatta telefonicamente, al numero 199.123.000, una volta che l'operatore avrà risposto dovrete lasciare i vostri dati personali e rispondere ad alcune domande a scopo conoscitivo che lo stesso vi farà.
Solamente nel caso in cui sarete ritenuti idonei a partecipare al programma passerete alle fasi di selezione tenute direttamente da Endemol. Se sarete scelti per fare il provino dovrete poi affrontare un colloquio direttamente con gli autori del programma che in base alla valutazione delle vostre caratteristiche decideranno se potrete partecipare o meno al programma. Solitamente quello che gli autori valutano è la capacità comunicativa e la proprietà di linguaggio, dopodiché anche la conoscenza della propria regione sia sul profilo storico, delle tradizioni o usanze popolari.
Gli autori prenderanno in considerazione la composizione del nucleo familiare e anche dei segni o storie particolari, in grado di catturare l'interesse del telespettatore.
Per partecipare ad Affari Tuoi ed avere maggiori informazioni e dettagli sui Casting ,non esitate a visitare il sito www.affarituoi.rai.it,ben presto anche voi sarete a tutti gli effetti un concorrente di Affari tuoi.

Rimedi contro le Punture di Calabrone

punture calabroni Con l'arrivo della primavera e delle belle giornate la natura si risveglia e con essa iniziano a farci visita anche i tanto fastidiosi insetti, quali mosche, zanzare, api, vespe e calabroni. Le punture di api e in particolare quelle dei calabroni per alcuni di noi, si possono rivelare davvero dolorose, talvolta anche letali, parliamo ovviamente dei soggetti allergici. Vediamo nel dettaglio in questo articolo alcuni rimedi contro le punture di calabrone.

In questa guida scopriremo quali sono i rimedi utili contro le punture di calabrone e in particolare vediamo come comportarsi se si viene punti da un calabrone.

Se ad essere punto da un calabrone è un soggetto allergico, la questione diventa molto seria, in quanto con il passare delle ore la situazione potrebbe decisamente degenerare, proprio per questo motivo il primo consiglio utile è quello di recarsi immediatamente al più vicino pronto soccorso; in questo caso i medici potranno subito prendere dei provvedimenti e prescrivere la cura più adatta. Ovviamente non tutti sanno di essere allergici ma se, a seguito della puntura di calabrone, si manifestano reazioni anomale, quali eccessivo gonfiore della parte o difficoltà respiratoria, dolore persistente è necessario recarsi al pronto soccorso quanto prima.

Se si parla invece di soggetti non allergici, ci sono alcuni piccoli rimedi contro le punture di calabrone in grado di donarci un po’ di sollievo. La prima cosa da fare quando si viene punti da un calabrone è quella di estrarre il pungiglione, questa operazione sembra banale ma non lo è affatto, bisogna prestare molta attenzione e cercare di farsi aiutare da una persona che ha anche una minima esperienza nel settore. In ogni caso per estrarre il pungiglione è necessario avere a portata di mano ed utilizzare un coltellino, una pinzetta per le sopracciglia o anche un ago, l'importante è che sia tutto sterilizzato, questo per evitare infezioni; in sostanza dovrete eliminare ed estrarre tutto il pungiglione facendo attenzione a non lasciare nessuna traccia dello stesso, altrimenti la parte si gonfierà notevolmente e se non riuscite ad estrarre tutto il pungiglione è necessario rivolgersi al proprio medico.
Dopo aver estratto il pungiglione uno dei rimedi più efficaci contro la puntura di calabrone è quello di posizionare sulla parte colpita uno o più cubetti di ghiaccio per circa 20 – 30 minuti, in questo modo rallenterete il processo di gonfiore e la sensazione di dolore diminuirà notevolmente. In alternativa, se non siete allergici a questo farmaco, potrete utilizzare un'aspirina che dopo averla bagnata andrà strofinata delicatamente sulla puntura, anche in questo caso il dolore diminuirà di gran lunga. Una volta estratto il pungiglione il dolore man mano scomparirà e tutto tornerà come prima, la puntura di calabrone resterà soltanto un lontano ricordo, consigliamo comunque di rivolgervi immediatamente presso una farmacia o presso il vostro dottore se potete in quanto la puntura del calabrone come detto in alcuni soggetti potrebbe scatenare reazioni allergiche pericolose per la salute.

Come Fare una Segnalazione a Le Iene

contattare iene segnalazione Le Iene è una delle trasmissioni in onda sulla rete Mediaset più seguite in assoluto, è un programma di attualità che ha come scopo quello di portare alla luce i soprusi, le ingiustizie e le truffe ai danni di cittadini onesti. Vediamo in questo articolo come fare una segnalazione alle Iene.

Chiunque può fare una segnalazione alle Iene, la procedura da seguire è molto semplice, dunque se volete denunciare o segnalare una situazione non del tutto limpida, un disservizio o semplicemente delle ingiustizie potete farlo direttamente sulla pagina ufficiale delle Iene www.iene.mediaset.it alla voce 'Segnalazioni' , compilate tutti i campi obbligatori e indicate il vostro nome, cognome, indirizzo e numero di telefono, dopodiché scrivete la vostra segnalazione e allegate se lo ritenete opportuno anche degli allegati che possono essere foto, video ecc..; una volta che avete compilato tutti i riquadri pigiate sul tasto 'invia' e la vostra segnalazione alle Iene sarà automaticamente inviata.
A questo punto tutto ciò che dovrete fare è aspettare che la redazione delle Iene prenderà in esame la vostra richiesta e se lo riterrà opportuno la redazione stessa si metterà in contatto con voi e porterà la vostra storia, la vostra testimonianza direttamente in tv.

Come Eliminare le Macchie di Grasso

come eliminare macchie grasso Capita spesso che durante i piccoli lavori domestici ci si possa macchiare con il tanto temuto grasso, a volte per distrazione o a volte per lavoro si viene a contatto con questo materiale e la sua totale rimozione risulta essere molto difficile.

In questa breve guida vediamo come eliminare le macchie di grasso seguendo solamente alcuni piccoli consigli. Come detto eliminare le macchie di grasso non è cosa semplice, il grasso può entrare in contatto e di conseguenza macchiare la pelle, i vestiti o i tessuti in genere, eliminarlo del tutto può essere una vera e propria impresa, ma in questo articolo vi mostriamo come eliminare velocemente le macchie di grasso.

Per eliminare le macchie di grasso sulla pelle vi basterà lavare immediatamente la parte con dell'acqua calda e sapone preferibilmente quello di zolfo; prima di asciugare la parte prendete un batuffolo di ovatta e passatelo sopra la macchia unito anche a dell'alcool etilico, strofinate per qualche minuto fino a che la macchia di grasso non sia completamente sparita, dopodiché non vi resta che risciacquare il tutto con abbondante acqua calda.
Quando il grasso entra in contatto con i tessuti e li macchia bisogna cercare di intervenire subito per evitare di danneggiarli ulteriormente, se la macchia di grasso sul tessuto è fresca è più facile eliminarla.

Eliminare dunque la macchia di grasso sul tessuto è possibile vi basterà semplicemente tamponare la macchia con della carta assorbente in modo da togliere il grasso in eccesso, successivamente versate sulla macchia ancora umida del borotalco e aspettate che la macchia venga assorbita dalla polvere, in alternativa, se non avete a disposizione il borotalco potrete utilizzare anche della farina, del bicarbonato o del lievito.
Dopo aver aspettato che la macchia di grasso venga assorbita dal borotalco dovrete trattare la macchia e per farlo ci sono diversi modi. Trattare la macchia di grasso è molto semplice, potrete farlo utilizzando il classico sapone di marsiglia o anche del detersivo per i piatti, vi basterà solamente strofinare la parte in maniera delicata cercando però di non far espandere di più la macchia, se lo ritenete opportuno per strofinare aiutatevi con uno spazzolino, dopodiché dovrete sciacquare il tessuto con acqua calda facendo attenzione a non lavarlo insieme ad altri indumenti.

Rimedi Contro l'Impetigine: Informazioni e Suggerimenti

informazioni impetigine In questo articolo vediamo alcuni rimedi utili per combattere e contrastare la tanto fastidiosa Impetigine. L'impetigine non è altro che un'infezione della pelle, solitamente quest'ultima tende a comparire principalmente sul viso ed in particolare vicino al naso o alla bocca, questa infezione è contagiosa, si può quindi trasmettere da persona a persona, pertanto è necessario adottare qualche piccolo accorgimento, per esempio è sconsigliato utilizzare lo stesso asciugamano per asciugarsi, utilizzare gli stessi giochi o anche le stesse lenzuola, bisogna quindi evitare il contatto diretto.

L'impetigine è un'infezione che si manifesta principalmente nei bambini, questo perché sono proprio loro a non avere le difese immunitarie forti e ben sviluppate, l'impetigine compare sotto forma di piccole vesciche o piaghe come detto principalmente su collo, viso, o mani. Solitamente per contrastare l'impetigine vengono prescritti dei farmaci, spesso degli antibiotici, ci sono anche alcuni rimedi del tutto naturali che aiutano a combattere al meglio l'impetigine. Vediamo in questa beve guida come far scomparire l'impetigine con dei semplici rimedi naturali.

L'olio al tea tree è conosciuto per le sue molteplici proprietà benefiche, ha una funzione antibatterica e proprio per questo motivo è utilizzato per contrastare l'impetigine, prima di utilizzarlo è necessario lavare con cura la zona interessata,dopodiché, aiutandosi con della semplice garza monouso, strofinate con estrema delicatezza, per pulire, la piccola crosta che si è venuta a formare e su un tampone di cotone sterile applicate 2 o 3 gocce di olio al tea tree che andrete poi ad applicare sulla parte interessata, per farlo vi basterà semplicemente tamponare delicatamente la parte in modo da far assorbire e penetrare il tea tree. È consigliabile procedere con questa operazione almeno 3 volte al giorno, fino a che l'impetigine non scompare del tutto, ricordate inoltre di utilizzare sempre garze sterili, questo per prevenire la diffusione dell'impetigine in altre parti del corpo.

Per trattare l'impetigine occorre rendere e mantenere il sistema immunitario forte, quest'ultimo infatti aiuta a contrastare i batteri e i virus; per rafforzare il sistema immunitario è opportuno mantenere una corretta igiene del corpo, unita anche ad una sana ed equilibrata alimentazione, ricca di frutta e verdura dalle proprietà antiossidanti come per esempio agrumi, frutti di bosco, verdure a foglia verde e peperoni.

In ogni caso è sempre consigliabile chiedere parere al proprio medico di base, che, dopo aver valutato il caso saprà fornirvi tutte le indicazioni giuste su come curare l'impetigine in quanto i casi possono essere diversi tra loro ed ogni individuo può aver bisogno di una cura diversa quindi vi consigliamo di rivolgervi sempre dal vostro dottore.